Studenti in Quota

 

Località di partenzaPian Meluzzo (m. 1174), nel comune di Cimolais (PN)
Località di arrivoRifugio Pordenone (m. 1249), nel comune di Cimolais (PN)
VetteMonte Ferrara (m. 2258), Cima Valmenon (m. 2250), Cima Urtisiel Est (m. 2119), Cima Monfalcon di Forni (m. 2453)
Cime minoriCima Spalla del Ferrara (m. 2222)
Dislivello in salita5200 metri
Tempo totale5 giorni
Periodo consigliatoda luglio a settembre
DifficoltàE, EE, PD- (la Cima Monfalcon di Forni)
Attrezzaturaconsigliato il caschetto da alpinismo per la variante alla Cima Monfalcon di Forni
PernottamentiCasera Roncada (m. 1781), Casera Pramaggiore (m. 1812), Casera Valbinon (m. 1778), Bivacco Marchi-Granzotto (m. 2170), Rifugio Pordenone
SviluppoParco naturale delle Dolomiti Friulane
Acqua sul percorsosì: fonti nei pressi della Casera Roncada e della Casera Pramaggiore; fontane alla Casera Bregolina grande e alla Casera Bregolina piccola; rubinetti alla Casera Valbinon e al Rifugio Pordenone; sorgente nei pressi del Bivacco Marchi-Granzotto
Motivi di interesse
  • vasto panorama dal Monte Ferrara
  • Truoi dai Sclops, il "sentiero delle genzianelle"
  • vasto panorama dalla Cima Urtisiel Est
  • Campanile di Val Montanaia, il "grido di pietra"
Infrastrutture utili
  • Casera Bregolina grande (m. 1858)
  • Casera Bregolina piccola (m. 1746)
  • Bivacco Perugini (m. 2060)
Segnavia
  • bianco-rossi (sentieri CAI nn. 370, 388, 366, 363, 362, 369, 361, 342, 353)
  • ometti lungo le deviazioni alle vette
CartografiaTabacco, carta topografica del Parco naturale delle Dolomiti Friulane, scala 1:25.000

 

Bellissimo trekking in un'area decentrata e poco frequentata delle Dolomiti orientali. Le casere offrono riparo confortevole e sicuro. La panoramicissima Cima Urtisiel Est si raggiunge seguendo la traccia che si stacca sulla destra in corrispondenza del penultimo tornante prima di arrivare alla Forcella Urtisiel (percorrendo l'anello in senso antiorario). Tutte le vette sono raggiungibili con brevi deviazioni dal percorso principale. Prestare attenzione nella parte alta delle salite alla Forcella del Cason e alla Forcella Montanaia (terreno impervio e instabile). La via normale alla Cima Monfalcon di Forni, dall'omonima forcella, ha caratteristiche alpinistiche (due paretine di II grado, qualche passaggio di I grado e terreno franoso).

Visualizza le foto qui.
Per l'itinerario completo, consulta la pagina Itinerari percorsi (trekking realizzato dal 2 al 6 agosto 2021).

Back to top